Opportunità per la Pubblica Amministrazione

L’art. 5 della L. 381/91 prevede la possibilità, per gli enti pubblici, di stipulare convenzioni con le cooperative sociali di inserimento lavorativo iscritte all’Albo regionale “anche in deroga alla disciplina in materia di contratti della Pubblica Amministrazione” (comma 1) per importi inferiori alle soglie comunitarie. In altre parole, beni o servizi possono essere affidati direttamente a cooperative sociali senza bisogno di esperire le procedure di gara stabilite normalmente per tali aggiudicazioni dalla normativa in materia di contratti pubblici.
Nel Caso la Pubblica Amministrazione scelga di non avvalersi della facoltà di effettuare un affidamento diretto può indire una gara riservata alle Cooperative sociali secondo la legge regionale 24 Novembre 1997/87 “Disciplina dei rapporti tra le Cooperative sociali e gli Enti Pubblici che operano nell’ambito regionale” - di seguito denominata legge 87/97- (Allegato 3). Questa legge disciplina la fissazione dei criteri cui devono uniformarsi i rapporti convenzionali tra enti pubblici e cooperative sociali aventi sede legale nel territorio della Regione Toscana per la determinazione delle modalità di raccordo delle attività delle cooperative sociali con quelle dei servizi pubblici di carattere socio-assistenziale e socio-sanitario.

acli pisa